La sapienza di Giovan Francesco Gonzaga sta nel disegno,che è forte e deciso e che, in tutta evidenza,risale a un apprendistato giovanile,quando egli cominciò a dipingere una natura silenziosa e aliena dalla presenza umana.In tempi successivi la sua pittura si è rivolta ai cavalli e ai cavalieri, e non tanto in chiave metafisica dechirichiana, che in questo caso non è certamente anacronistico chiamare a confronto, quanto piuttosto in quella di una poetica visionaria. Qui le immagini vibrano di inquietudine, nel segno della lotta dell’uomo contro se stesso, nell’inferno di una storia che sembra ripetere sempre lo stesso dramma. Ma se il disegno preparatorio è mirabile, il colore di questo artista ha una regalità e una sensibilità che provengono da una percezione musicale della cromia, dove la tavolozza si esprime in improvvisi, in variazioni e in ritmi pulsanti

Giovan Francesco Gonzaga

Giovan Francesco Gonzaga

Giovan Francesco Gonzaga

Giovan Francesco Gonzaga (Milano, 1921 – Milano, 2 ottobre 2007) è stato un pittore e scultore italiano. Frequenta giovanissimo il Castello Sforzesco ove si diletta a ricopiare gli studi e i disegni dei grandi del passato come Leonardo e Michelangelo. Ottenuta la licenza liceale, contro il volere della famiglia, si arruola volontario per la guerra, prendendo parte con il Savoia Cavalleria - squadrone "Fantasma" - alla Campagna di Russia. Sono momenti terribili, che lasceranno segni indelebili sull'animo del maestro, ed accresceranno ulteriormente l'amore per il cavallo, suo fedele compagno d'avventura. Finita la guerra, può dedicarsi alla sua vocazione: la pittura. A differenza di altri artisti, egli sarà e resterà un autodidatta:"La mia vera maestra è la Natura" dirà in un’intervista l’artista e questo spiega la predilezione per i paesaggi e le nature morte, dallo stesso sempre raffigurati "en plein air". Celebre l'incontro con De Chirico che, in occasione di una mostra del giovane Gonzaga, rimarrà folgorato dai suoi celebri cavalli. L’artista ha intrapreso numerosi viaggi. Il più importante dei quali in Spagna (1955), per l’influenza che avrà sulla cromatica della sua opera. Nel 1964 in occasione della prima del film Italiani brava gente sulla guerra di Russia, l’artista tiene una mostra delle sue opere sulla Campagna di Russia, a cui egli stesso aveva partecipato. Le Sue opere figurano in diversi musei nazionali ed esteri ed in varie collezioni private e pubbliche. Il maestro è stato invitato alle più importanti rassegne d'arte ottenendo premi di rilievo, fra i quali: Premio Marzotto 1963, Pavone d'oro 1967, Le grolle d'oro 1972. Ha ricevuto la medaglia d'oro da Papa Giovanni Paolo II a Salsomaggiore Terme nel 1997. Nel 2000 ha illustrato il primo calendario della polizia municipale di Milano con oli e disegni. Il quadro di copertina del calendario è collocato a Palazzo Marino. Nel 2001 è stato premiato con l'Ambrogino d'oro, massimo riconoscimento conferito dalla città di Milano. Nel 2002 ha nuovamente illustrato il calendario della polizia municipale di Milano con oli di vecchie vedute di Milano. Nel 2006 è stato pubblicato il catalogo ragionato generale dell'opera del maestro curato dalla Galleria d'arte "Il Salotto" di Milano di proprietà dell'artista. Per concludere, ed a conferma della forza energica che molte opere del maestro riescono a sprigionare, ricordiamo che il celebre critico Levi, definì la pittura di Gonzaga come "una pittura esplosiva".

Giovan Francesco Gonzaga - Giovan Francesco Gonzaga - I Corsieri

I Corsieri

  • Artista: Giovan Francesco Gonzaga
  • Tecnica: Serigrafia Polimaterica
  • Dimensioni: 70 X 100 cm
  • Codice: gda0087-gonzaga
  • Vendita Quadri online
  • Spaccio Bologna Woolrich Orari
  • Woolrich Prezzo
  • Woolrich Bambini Prezzi
  • Giacconi Uomo Woolrich
  • Woolrich Donna Outlet
  • Woolrich Parka Saldi
  • Spaccio Outlet Woolrich Bologna
  • Outlet Cadriano Woolrich
  • Woolrich Parka Verde
  • Woolrich Outlet Bologna Cadriano